La città dove PUOI

Qual'è il modo migliore per far crescere l'AUTOSTIMA e il PENSIERO CRITICO?
Secondo me mettere i bambini/ragazzi nella condizione di poter FARE DELLE SCELTE, DECIDERE, PROPORRE e REALIZZARE.
Chiediamo ai bambini di immaginarsi la loro CITTA' IDEALE: io voglio sentire i loro racconti, sapere qual’e’ la loro idea di citta’; voglio ascoltarli e aiutarli a trasformarle in “realta’”!

1° incontro – LIBERIAMO LE IDEE

Le idee “non piovono dal cielo”, bisogna cercarle e saperle riconoscere!

Partiamo da un BRAINSTORMING e con quello possiamo immaginarci tutto quello che ci sarà (o non ci sarà) nella città: cos’è una citta? come ci si vive? che regole ci sono (se ci sono) per viverci bene? cosa la rende perfetta?
Il brainstorming serve per aprire la mente, fare connessioni, rispondere a domande e selezionare risposte che possano poi portare ad un’idea.

2° incontro – PRENDIAMO DECISIONI

Giochiamo ad essere architetti e designer e scopriamo i MOODBOARD, un modo diverso per capire, e far capire agli altri, com’è la città che ognuno ha in testa: scegliamo i colori, i materiali, aggiungiamo disegni e foto di artisti e città esistenti.

Analizziamo e prendiamo spunto per arricchire le nostre conoscenze e rendere più critico il nostro pensiero

3° e 4° incontro – COSTRUIAMO

Ora che le idee sono chiare, costruiamo la città con CARTA e CARTONE, e tecniche varie: per qualcuno sarà in 3D, per altri in 2D; qualcuno userà collage e fotocopie, altri pittura e penne…ogni città è UNICA e lo sarà anche il modo di costruirla!!